CAMBI, DRACMA GRECA RIVALUTATA SULL’EURO

15 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’Unione Europea ha deliberato oggi la rivalutazione della dracma greca nei confronti dell’euro, in misura del 3,5%. Il provvedimento dovrebbe spianare la strada per l’accesso della Grecia all’Unione monetaria europea (Ume), la cui richiesta sara’ presentata il 12-13 marzo mentre
il voto finale e’ previsto per il vertice Ue di fine giugno.

”La rivalutazione della avra’ effetti positivi sull’economia greca e sugli investimenti esteri”: e’ questo il primo commento del
ministro delle Finanze greco Iannis Papantoniou.
Il ministro ha aggiunto che il riapprezzamento della moneta greca sull’euro consentira’ la
”progressiva riduzione entro quest’anno dei tassi bancari di Atene ai livelli europei del 4-4,5 per cento”. Gli analisti ipotizzano che la Banca centrale di Grecia riduca ”entro lunedi’, dell’uno per cento, il tasso pronti contro
termine” attualmente al 10,75 per cento.