CALA PIAZZA AFFARI: MIBTEL -2,37%, MIB30 -2,46%

13 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non frena il calo Piazza affari. Nonostante – fatta eccezione per Madrid – sia tra le borse che perde di meno in Europa, per tutta la mattinata.

La flessione è generalizzata su tutti i listini: dalle blue chip ai titoli del Nuovo Mercato.

Fanno eccezione le Aem e le Acea.

Anche Olivetti e Tecnost sono positive per le continue voci di riassetto che Ivrea non conferma e non smentisce.

Olivetti a +3,34%, Tecnost a +2,05%.
In forte calo invece Telecom – come gli altri telefonici europei – a -3,70% e Tim a -4,48%.

Anche SeatPG perde il 2,97%.

Mediaset a -5,98%.

Tiscali sospesa al ribasso con tutti i tecnologici che subiscono forti prese di beneficio.

Pesanti perdite per gli assicurativi e i bancari. Con Banca Fideuram che accusa forti prese di beneficio dopo i guadagni della scorsa settimana e scende sotto i 17 euro con una flessione del 4,46%.

Ritorna invece positiva a +1,36% BiPopCarire.

In calo il titolo Pirelli che segna un +0,92%.

Sempre negative le Eni a -1,89%, le Enel a -3,61% e le Edison a -2,43%.