Cacao: rally agli sgoccioli. Ecco le stime sui prezzi

4 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Se è vero che il mover principale del prezzo delle commodities è il gioco della domanda e dell’offerta – anche se le speculazioni giocano poi anche una parte molto rilevante – gli ultimi segnali che arrivano dalla Costa D’Avorio potrebbero segnare un cambio di rotta per il cacao. La partenza di una nave cargo contenente circa 8.000 tonnellate di cacao dal porto di Abidjan, nella Costa D’Avorio, potrebbe segnare infatti la fine di un rally che ha portato i prezzi ai massimi da tre decenni.

L’imbarcazione Maersk Norfolk, di AP Moeller-Maersk, la più grande impresa di shipping operante nel mercato, sarebbe arrivata due giorni fa nel porto belga di Antwerp, secondo quanto scrive Bloomberg. Il cargo sarebbe uno dei primi che ha lasciato il paese dopo la fine dell’embargo sul cacao, intorno a metà aprile.

L’embargo in Costa D’Avorio, il più grande produttore mondiale di cacao rappresentando circa il 34% della produzione totale, ha sicuramente giocato un ruolo importante nel rally del prezzo. Secondo le stime raccolte da Bloomberg, il linea con la ripresa delle esportazioni, il prezzo dovrebbe calare del 18% entro fine 2011 e dovrebbe raggiungere $2.710 la tonnellata.

Il cacao ha registrato un rally del 34% quest’anno nel mercato ICE Futures a New York, arrivando a toccare i $3.775 il 4 marzo, i più alti livelli dal 1979.

Le esportazioni erano state interrotte intorno a gennaio, a seguito della guerra civile che si era scatenata dopo le elezioni presidenziali a novembre. Gli esportatori dovrebbero ora aumentare la fornitura verso Barry Callebaut AG, che vende il cioccolato a Nestle, Kraft Foods e Hershey, secondo quanto scrive Bloomberg.

“Le prime spedizioni sono arrivate senza problemi, a significare che le condizioni di carico sono migliorate”, ha detto Javier Almela, chief purchasing officer della spagnola Natra SA, che compra circa 40.000 tonnellate di cacao all’anno. Anche CMA CGM SA, la terza più grande società di shipping, crede che la situazione stia tornando alla normalità.

La produzione di cacao in Costa D’Avorio dovrebbe essere di 1,33 milioni di tonnellate nel 2011, per un valore di circa $3,9 miliardi, utilizzando la media dei prezzi registrati lo scorso anno. Il settore rappresenta gran parte del Pil del paese di $22,4 miliardi (2010), dove il 42% della popolazione vive ancora sotto la soglia di povertà, secondo i dati del CIA World Factbook.