BUY A WALL STREET ANCHE SE L’ ECONOMIA ZOPPICA

di Redazione Wall Street Italia
1 Luglio 2009 18:00

Parte bene il terzo trimestre dell’anno per il mercato azionario dopo una serie di dati contrastanti. I principali indici della Borsa statunitense si avvicinano infatti al traguardo di meta’ seduta in rialzo di almeno un punto percentuale.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Il mese scorso l’attivita’ manifatturiera negli Stati Uniti, nel Regno Unito e nei 16 Pasi della Zona Euro e’ migliorata, alimentando il morale degli investitori. Il mercato ha inoltre accolto con favore il quarto rialzo mensile consecutivo delle vendite di case con contratti in corso.

Non tutti i dati macroeconomici giunti in mattinata sono tuttavia da considerare positivi. La spesa per le costruzioni e’ scivolata in maggio in maniera piu’ accentuata rispetto alle stime, mentre le richieste di prestito immobiliare hanno evidenziato un pesante calo nell’ultima settimana. Nel frattempo il settore privato ha perso un numero di posti di lavoro superiore alle attese nello scorso mese.

Ma il dato piu’ atteso per conoscere la situazione del mercato del lavoro sara’ il rapporto mensile che verra’ diffuso domani dal Dipartimento del Lavoro. Le cifre del rapporto occupazionale nel mese di giugno potrebbero alimentare il nervosismo degli operatori, che lo giudicano cruciale per sapere dove e’ diretta la maggiore economia del mondo.

Nonostante tutto gli investitori rimangono ottimisti sul futuro. Sempre piu’ convinti che l’economia sara’ in uno stato di salute migliore alla fine dell’anno, gli operatori, segnalano i trader, stanno cercando di investire denaro in concomitanza con l’inizio del secondo semestre.

Tra le notizie societarie, Citigroup ha annunciato la cessione di NikkoCiti Trust e Banking Corp., parti delle sue attivita’ in Giappone, a Nomura Trust e Banking per $196 milioni. La banca newyorchese, che ha ricevuto $45 miliardi di prestiti governativi, sta cercando di vendere diversi dei suoi asset e di ridurre i costi operativi nel tentativo di ritornare alla reddittivita’.

Riflettori puntati sin dall’avvio sul settore retail, dopo che General Mills, societa’ di prodotti alimentari tra cui i cereali Cheerios e lo yogurt Yoplait, ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre fiscale con utili piu’ che raddoppiati. I titoli accelerano di oltre il 3%. In forte denaro anche Kraft Foods. La seconda maggiore societa’ alimentare degli Stati Uniti si e’ portata in testa al Dow dopo aver annunciato che potrebbe espandere i suoi stabilimenti in Russia, perche’ le vendite stanno aumentando.