Buffett crede in Trump e Borse: andrà tutto bene

20 Gennaio 2017, di Alberto Battaglia

Dopo aver pubblicamente sostenuto l’elezione di Hillary Clinton alla Casa Bianca, Warren Buffett, fondatore, presidente e Ceo della Berkshire Hathaway, si è detto ottimista per l’imminente avvio della presidenza targata Donald Trump.

“L’America funziona, l’ho già detto in precedenza: funzionerebbe meravigliosamente sotto Hillary Clinton e penso funzionerà bene anche sotto Donald Trump”, ha detto il famoso oracolo della finanza sul red carpet steso in occasione della presentazione di un documentario Hbo sulla sua vita. Gli Stati Uniti, “hanno la salsa segreta”, ha detto con un sorriso.

Questo non non significa che la macchina Usa “funzioni tutte le volte perfettamente”, ha aggiunto nella sua rapida intervista rilasciata a Cnbc, “ma basta guardare a dove noi si va, pietra miliare dopo pietra miliare. Mai scommettere contro l’America”. Nemmeno se c’è Trump al comando, dunque.
C’è dunque da essere ottimisti sul futuro dei mercati azionari americani? “Non so dove si muoveranno i mercati nei prossimi 10 giorni, nel prossimo anno o due anni”. Di una cosa però Buffett è certo “saranno più in alto fra 10 e 20 anni rispetto ai livelli attuali”. Confermata dunque la strategia di lungo periodo, marchio di fabbrica di Buffett, “ci saranno singhiozzi di tanto in tanto nell’economia, ma nel corso del tempo faremo bene”.
Il documentario “Diventare Warren Buffett”, ha aggiunto l’oracolo di Omaha a pochi minuti dalla sua presentazione, “mostrerà un lato di me diverso da quello visto in precedenza dalla gente”. Molto peso avranno il padre e le prime due mogli di Buffett, tre persone che il finanziere ritiene fondamentali nella propria vita.