BORSE USA IN RITIRATA, SPAVENTATE DAL GOVERNO

18 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutti i principali indici di borsa sono arrivati in rosso al termine della seduta, tranne Dow Jones che si e’ limitato a cancellare i guadagni di giornata attestandosi in positivo per una manciata di punti. Antitrust e Federal Reserve l’incubo dei mercati.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.538,71 (-2,91%), il Dow Jones ha chiuso a 10.777,28 (+0,07%), lo S&P 500 a 1437,21 (-0,73%) e il Russell 2000 a 490,95 (-1,74%).

Il Nasdaq ha iniziato a battere in ritirata sulla notizia che le autorita’ federali di controllo sono orientate a bocciare la fusione tra WorldCom Inc. (WCOM) e Sprint Corp. (FON).

Le perdite si sono accentuate nel corso della seduta per superare quindi i 100 punti in chiusura.

La gelata che si e’ appattuta sul settore telefonico ha dato il via a un effetto valanga che ha travolto tutto il settore high-tech e Internet in particolare.

Sul camparto pesa anche la determinazione del dipartimento di Giustizia Usa a dividere in due Microsoft, la piu’ grande softwarehouse del mondo.

In rosso sono finite tutte le societa’ a bassa capitalizzazione, in un clima di alta volatilita’ e basso volume di scambi.

I mercati sono in attesa di capire come intenda muoversi la Federal Reserve dopo la stretta di mezzo punto percentuale sui tassi d’interesse interbancario (Fed Funds).

Le indicazioni che sono arrivate dai governatori della Banca Centrale Usa non lasciano sperare nulla di buono: l’economia americana corre troppo e, pur in assenza di chiari segnali di inflazione, questo ritmo non e’ sostenibile.

Alan Greenspan, il presidente della Fed, potrebbe quindi decidere di somministrare un’altra dose di calmante all’economia Usa gia’ il mese prossimo.

Con questa spada di Damocle sul capo, gli investitori si muovono con estrema cautela, indirizzando i pochi ordini di acquisto sui titoli piu’ sicuri, scegliendo attentamente tra le Blue Chip.

I settori che hanno contrastato l’ondata di ribassi sono auto, ferroviario, farmaceutico, alimentare e finanziario.

Tra i principali titoli in movimento a fine giornata sulla borsa di New York:

Nel settore della telefonia a lunga distanza, le autorita’ federali antitrust degli Usa hanno espresso parere negativo sulla fusione da $115 miliardi tra WorldCom Inc. (WCOM) e Sprint Corp. (FON) perche’ l’operazione violerebbe le leggi antitrust e creerebbe un monopolio nel settore dei router su Internet (centralini di smistamento dati). Al termine delle contrattazioni WorldCom ha perso il 5,5%, mentre Sprint ha segnato un calo di circa il 3%.(vedi articolo WSI delle 08:55)

Nel settore Internet, Lycos (LCOS) ha chiuso il terzo trimestre con un utile di 7 centesimi per azione, in rialzo di 2 centesimi rispetto alle aspettative degli analisti. Il fatturato e’ cresciuto del 120% a quota $78,6 milioni. Il titolo ha guadagnato oggi poco meno del 9%.

Nel settore delle fibre ottiche, JDS Uniphase (JDSU) ha perso il 5,5% dopo l’annuncio, questa mattina, del pensionamento di Kevin Kalkhoven, presidente e amministratore delegato della societa’.

Nel settore farmaceutico, American Home Products (AHP) ha deciso di battere la concorrente AstraZeneca lanciando sul mercato il nuovo farmaco Protonix per la cura di problemi cardiaci a $3 per pillola, il 30% in meno rispetto a Prilosec, il medicinale prodotto da AstraZeneca. Il titolo American Home Products ha guadagnato poco piu’ del 3%.

Nel settore dell’immagazzinamento dati, Merrill Lynch questa mattina ha confernmato il rating per EMC Corp (EMC) e Network Appliance (NTAP), due societa’ leader nel settore. Il titolo EMC perde piu’ del 6%. A fine giornata, Network Appliance ha invertito nuovamente tendenza ed e’ tornata in territorio positivo con un rialzo dell’ 1,5%.

Nel settore cinematografico, Vishay Intertechnology (VSH) ha guadagnato il 3% dopo l’annuncio dell’acquisizione di Electro-Films Inc.. L’operazione permettera’ alla societa’ di espandere le proprie capacita’ nello sviluppo e produzione delle pellicole cinematografiche.

Nel settore dei giocattoli per bambini, Mattel Inc. (MAT) ha guadagnato l’ 1% dopo che Merrill Lynch na ha aumentato il rating da “Neutral-Accumulate” a “Accumulate- Buy” sulla base delle ottime prospettive di crescita della societa’.(vedi articolo WSI delle 09:45)

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(T) AT&T Corp. 22,068,800 36.938 -1.188 -3.11%;

(GM) General Motors Corporation 16,773,700 89.563 +3.188 +3.69%;

(GE) General Electric Company 10,963,000 53.313 -0.313 -0.58%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 8,688,000 56.563 -2.938 -4.94%;

(NT) Nortel Networks Corporation 9,025,000 56.688 +0.313 +0.55%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 8,689,700 26.625 -0.625 -2.29%;

(MAT) Mattel, Inc. 9,008,500 12.875 +0.125 +0.98%;

(RAD) Rite Aid Corporation 8,241,600 7.688 +0.750 +10.81%;

(GMH) Hughes Electronics Corporation 8,231,400 92.125 +3.875 +4.39%;

(C) Citigroup Inc. 7,855,100 61.875 +0.813 +1.33%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 70,571,700 55.563 -2.438 -4.20%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 37,239,200 39.688 -2.313 -5.51%;

(MSFT) Microsoft Corporation 25,370,000 66.188 -1.500 -2.22%;

(INTC) Intel Corporation 24,089,400 124.125 +0.938 +0.76%;

(ORCL) Oracle Corporation 22,112,300 73.125 -5.063 -6.47%;

(LCOS) Lycos, Inc. 19,729,800 62.750 +5.156 +8.95%;

(ERICY) Telefonaktiebolaget LM Ericsson 17,554,100 20.500 -0.688 -3.24%;

(COVD) Covad Communications Group, Inc. 17,539,800 26.813 +2.813 +11.72%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 16,431,300 87.313 -5.188 -5.61%;

(IBEM) Ibeam Broadcasting Corp 14,954,300 13.875 +3.875 +38.75%.