BORSE UE IN FORTE RIBASSO CON HIGH-TECH ED ENERGIA

13 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Finale di seduta in profondo rosso per le principali Piazze europee che cedono tutte oltre un punto percentuale. La partenza al ribasso dei mercati americani ha ampliato le incertezze degli investitori che ora stanno solo vendendo.

Parigi perde l’1,36% e mette a rischio anche il supporto a 6.606 punti, dopo che solo 3 settimane fa l’indice Cac si era portato ai massimi storici superando la resistenza dei 6.900 punti. In calo Alcatel (-4,78%) ed Equant (-3,82%). Tra i telefonici France Telecom perde il 2,79%, mentre tra gli energetici TotalFina lascia il 3,07%.

Francoforte e’ la Borsa peggiore con un calo dell’1,86% a 7.003 punti. Cedono i tecnologici: Infineon -5,04%, Siemens -3,73%. Male i finanziari con Allianz a -1,56% e Dresdner a -2,71%. In rosso anche Deutsche Telekom a -1,61%.

Londra presenta un passivo dell’1,01% a 6.489 punti. Giù gli high-tech: Freeserve -3%, CellTech -5,27%. Tra le Tlc, Vodafone -2,66% e British Telecom -1,24%.

Tra le altre Borse europee Amsterdam perde l’1,08%, Madrid lo 0,43% e Zurigo galleggia a +0,03%.