BORSE UE DEBOLI, ANCORA VENDITE PER TECH E TLC

10 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Le borse europee a metà giornata sono deboli. L’indice Eurostoxx vede realizzi su telefonici (-2,83%), media (-1,50%) e tecnologici (-2,45%).

Parigi perde lo -0,61% dietro Orange (-2,75%), Stmicroelectronics (-1,75%) e Alcatel (-3,37%). In ribasso anche France Telecom (-5,01%) e Cap Gemini (-5,47%).

Francoforte è la peggiore del Vecchio Continente, con il DAX che fa segnare un calo dello 0,81%. I peggiori sono ancora una volta i tmt come Deutsche Telekom (-4,67%) e Infineon (-3,62%). In leggero ribasso Siemens (-0,73%).

Londra (-0,04%) è piatta. Ancora penalizzata Vodafone (-2,31% a 105,50 pence). Oggi la banca d’affari Bear Stearns ha tagliato il target sul prezzo di Vodafone a 175 pence da 200 pence, confermando il rating “attractive” sul titolo. Anche il broker Ubs Warburg ha tagliato il target sul prezzo del titolo britannico a 140 pence dal precedente 225 pence.
Soffrono anche i telefonici Bt Group (-0,29%) e MMO2 (-2,55%).