BORSE UE CHIUSURE IN ROSSO, PESANTE LONDRA

13 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

La seduta del Vecchio Continente si è conclusa in rosso, malgrado il recupero del Nasdaq che solitamente fa da traino al rialzo europeo.

Sono comunqyue saliti i TMT cui, per’altro, ha fatto da contraltare il ribasso dei settori della Old Economy.

A Parigi, il Cac ha segnato un calo dell’1,06%. In verde France Telecom (+1,92%) ed STM (+3,09%), mentre hanno perso terreno Valeo (-3,48%) e Renault (-6,53%).

A Francoforte, il Dax arretra dell’1,7% malgrado il balzo di Infineon (+1,14%) e il +2,61% di Deutsche Telekom. Male il comparto industriale con Thyssen a -2,63% e DaimlerChrysler a -3,55%, cosi’ come quello finanziario con DresdnerBank a -3,55%, e Allianz a -4,25%.

Nella City londinese il Footsie ha ceduto l’1,82%. Ha rimbalzato il comparto tecnologico come Arm (+5,96%) e allo stesso modo quello telefonico anche se sul finale ha limato i rialzu: British Telecom (+0,28%) e Vodafone (+1,40%). In rosso invece Bp Amoco (-2,80%) e CellTech (-3,42%).