BORSE UE: CHIUSURE IN RIBASSO, PESA ERICSSON

20 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta debole per le principali piazze europee, tranne Londra, che hanno subito le prese di profitto e il calo dei titoli telefonici dopo i dati negativi presentati dal gigante svedese Ericsson. (Vedi anche Utili: Ericsson, -90% utile netto primo trimestre)

A poco sono serviti i dati presentati invece dalla finlandese Nokia i cui risultati del primo trimestre 2001 hanno superato le stime degli analisti. (Vedi anche Utili: Nokia (+6,1%) sorprende i mercati)

L’EuroStoxx-tlc ha ceduto lo 1,84%, mentre leggeri acquisti si sono avuti nel comparto tecnologico (EuroStoxx-tech a +0,27%) e in quello editoriale (Eurostoxx-media +0,30%).

In dettaglio, Londra ha chiuso in rialzo dello 0,14% grazie a Marconi (+4,3%) e British Telecom (+2,2%) che hanno compensato il calo di Arm (-8,3%).

Parigi si è fermata in rosso dello 0,56% con France Telecom a -1,6%, Alcatel a -2,1% ed STMicroelectronics a -0,7%.

Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20:00, porta il Dax in rosso del -1,06%. Pesano Infineon (-4,7%), Deutsche Telekom (-2,7%) e Sap (-2,8%).

Tra le altre Borse europee, Madrid ha perso il 2,56%, Amsterdam lo 0,76%, mentre Zurigo ha chiuso con un calo dello 0,6%, ma con un’ora d’anticipo per problemi tecnici.