BORSE UE: CHIUSURE CONTRASTATE, PESANTE LONDRA

15 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Le principali Piazze europee archiviano la settimana con chiusure non lontane dalle quote della vigilia, ad esclusione di Londra che si ferma in ribasso del 2,04% (6.417 punti). Sul Vecchio Continente ha influito l’andamento in negativo del Nasdaq americano.

Sulla City inglese hanno pesato le vendite di telefonici ed energetici: British Telecom -3,40%, Colt -4,40%, C&W -6,38%, Energis -9,54% e Vodafone -1,46%.

A Francoforte il Dax segna +0,11% a 7.055%. Il galleggiamento e’ dovuto in gran parte al rialzo di Deutsche Telekom a +2,65%, di Schering a +1,55% e del titolo Volkswagen a +4,91%.

Parigi arretra dello 0,34% a 6.614 punti con France Telecom in positivo dell’1,09%, mentre cedono Alcatel (-1,72%), Aventis (-2,37%) e Stm (-1,53%).

Tra le altre Borse europee, Madrid invariata a +0,04%, Amsterdam perde lo 0,13% e Zurigo guadagna lo 0,15%.