BORSE UE: CHIUSURE CON SEGNI ALTERNI

29 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Seduta contrastata per le Piazze europee, condizionate dalle crescenti aspettative per un rialzo dei tassi da parte della Bce (Banca Centrale europea) e, nel pomeriggio, dalla debolezza di fondo dei mercati a stelle e strisce.

Giornata negativa per i telefonici e i titoli industriali in generale, mentre tra i valori piu’ sostenuti media e utilities.

A Parigi il Cac ha chiuso in rialzo dello 0,29% a 6.663 punti. In rosso France Telecom che cede il 2,47%, mentre spicca il rialzo di Canal Plus a +5,86% e Vivendi a +5,14%. In ribasso Peugeot (-3,46%), dopo che la casa automobilistica ha annunciato un problema su uno dei modelli di punta.

A Francoforte il Dax ha perso lo 0,65% a 7.291 punti. Male Deutsche Telekom (-0,44%) ed E.On a -0,89%.

A Londra (+0,27% a 6.581 punti) i telefonici si sono difesi bene con British Telecom a +0,36% e Vodafone in crescita dell’1,87%. Ottima Reuters in rialzo del 3,95%.

Tra le altre Borse, Amsterdam cede lo 0,61%, Madrid lo 0,84% e Zurigo lo 0,97%.