Società

BORSE UE, CHIUSURA COL BOTTO GRAZIE A WALL ST

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Le Borse europee chiudono col botto una giornata iniziata debolmente e all’insegna dell’incertezza. A metà giornata i rialzi erano inferiori all’1%, ma l’apertura di Wall Street ha aiutato il Vecchio Continente a trovare la via del denaro.

SULL’ARGOMENTO VEDI:
WALL STREET: PARTENZA CAUTA, SI GUARDA AGLI UTILI
E ANCHE:
BORSE UE: RIALZI GRAZIE A TMT, PESANO DECISIONI UE

Gli indici Eurostoxx segnalano rialzi per telefonici (+3,42%), media (+3,80%) e soprattutto per i tecnologici (+4,14%) sulla scia degli utili di Motorola (MOT – Nasdaq).

SUL TITOLO VEDI:
UTILI: MOTOROLA, PERDITA DI 7 CENTESIMI A AZIONE

A Parigi il CAC40 ha chiuso in rialzo del 3,41%.
In testa al listino ci sono stati soprattutto alcuni titoli telefonici come Alcatel (+10,41%). Tra i migliori si sono segnalati anche Lagardere (+6,49%), Alstom (+7,72%) e Accor (+6,47%).
Hanno terminato in ribasso la seduta titoli come Vivendi Universal (-1,4%) e Schneider Electric (-1,25%), dopo che la Commissione Europea ha deciso di respingere la proposta di fusione con Legrand.
Schneider Electric ha deciso di portare in appello la decisione perché ritiene di aver rispettato le scadenze previste per notificare il procedimento alla Commissione e di aver fornito motivata risposta a tutte le obiezioni sollevate dall’UE.

A Londra (+2,64%) British Airways fa registrare una chiusura a 161,75 pence (+4,69%) dopo l’annuncio di nuovi tagli ai salari del personale e grazie alla decisione della Commissione Europea sugli aiuti allle compagnie aeree.

SULL’ARGOMENTO VEDI:
COMPAGNIE AEREE: SI’ CONDIZIONATO AGLI AIUTI UE

Hanno chiuso in rialzo anche Sage (+11,06%) e Pearson (+7,66%).

Tra i peggiori c’è Logica (-3,19%), che ha subito il downgrade di Goldman Sachs a Outperformer.

SULL’ARGOMENTO VEDI:
RATINGS UE: UPGRADINGS & DOWNGRADINGS

A Francoforte (+2,82%), che chiude le contrattazioni alle 20:00 le migliori sono Epcos (+8,56%), Infineon (+5,23%) e Lufthansa (+5,69%).

In rialzo anche il comparto auto con Volkswagen (+5,14%) e DaimlerChrysler (+4,38%), che non si è fatta condizionare dalla decisione della Commissione Europea, anticipata ieri da Wall Street Italia, di multare la società tedesca di €71,825 milioni per “violazione delle normative comunitarie in materia di commercio parallelo e di concorrenza a livello di autonoleggio e vendita”. DaimlerChrysler ha deciso di fare ricorso, perché “alcune delle accuse mosse dalla UE sono infondate”.

Solo sono quattro le azioni in rosso: sono Deutsche Bank (-0,13%), Henkel (-0,14%), Adidas Salomon (-0,16%) e Marschollek (-0,74%).