Borse ispirate dai dati macro, G20 ininfluente

10 Luglio 2017, di Daniele Chicca

Il G20 non ha riservato sorprese negative e gli ultimi dati macro positivi sulle prospettive di economia globale hanno sollevato l’umore degli operatori di mercato. Oltre alle Borse, il rapporto occupazionale governativo americano migliore delle attese aiuta anche il dollaro Usa, mentre sempre sul Forex lo yen scivola ai minimi di due settimane. I prezzi alla produzione in Cina hanno mostrato che la domanda è solida nella maggiore potenza economica asiatica. In Europa la Germania ha registrato un nuovo avanzo commerciale da record, con esportazioni superiori alle stime in maggio.

Sul fronte delle banche centrali, non emergono grandi novità. In un periodo di grandi cambiamenti per Usa ed Eurozona, prima dell’avvio della fase di normalizzazione delle politiche monetarie si dovrà invece aspettare a lungo in Giappone, dove il governatore della Bank of Japan Haruhiko Kuroda ha ribadito che la strategia potrebbe essere sottoposta a cambiamenti si presentasse il bisogno. La settimana scora la banca ha potenziato, anziché ridurre, il bazooka monetario.A Milano ben comprate le banche mentre Telecom Italia è schiacciata in fondo al listino azionario delle blue chip. Tra gli altri mercati calano l’oro e l’argento. Petrolio sempre poco ispirato.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 10 Luglio 201710:02

A Milano Telecom Italia cede l’1,3% (peggiore titolo di giornata) per via dei timori che le tensioni delle ultime settimane con il governo italiano sul tema degli investimenti sulla rete telefonica possano portare a un riassetto a livello manageriale nel gruppo.

Daniele Chicca 10 Luglio 201710:03

L’elemento cardine sui mercati resta la virata delle Banche centrali, in Usa ed Eurozona in particolae, verso un orientamento più restrittivo e la conseguente impennata dei rendimenti obbligazionari. Dopo il selloff dei Bond visto alla fine della settimana scorsa, che aveva gettato nel panico la Banca del Giappone, lo Spread tra Btp e Bund decennali riparte in area 175 punti base, con il tasso sul decennale italiano al 2,32%.

Daniele Chicca 10 Luglio 201710:05

I prezzi del petrolio, che attraversano un momento difficile, recuperano qualcosa dopo la correzione di venerdì innescata dall’aumento della produzione americana di greggio segnalata dai dati settimanali Usa sulle scorte e sulla attività petrolifera. Sia il contratto Wti ad agosto sia il Brent a settembre guadagnano circa lo 0,4%, attestandosi a 44,43 dollari e 46,9 dollari al barile, nell’ordine.

Secondo le rilevazioni Baker Hughes, il numero delle trivelle petrolifere attive negli Stati Uniti è tornato a crescere (+7 a 763 unità). Non una buona notizia per i fondamentali di un settore che deve fare le prese con un’offerta tuttora in eccesso. L’euro resta sopra quota 1,14 dollari e sale a $1,1407 da $1,1400.

Daniele Chicca 10 Luglio 201710:25

La Borsa di Tokyo viene favorita dal calo dello yen mentre in Cina si sta per consumare un mega accordo tra il colosso COSCO Shipping e il rivale di Hong Kong Orient Overseas International. I titoli dei due gruppi hanno fatto un bel balzo oggi dopo che COSCO ha presentato un’offerta di acquisto da $6,3 miliardi. Gli analisti ritengono che il prezzo dell’Opa, che rappresenta un premio del 31,1% rispetto al valore dei titoli Orient Overseas International, sia elevato.

Daniele Chicca 10 Luglio 201715:11

Sul valutario il dollaro scambia vicino ai massimi di due mesi sullo yen. 

Daniele Chicca 10 Luglio 201715:12

Di contro l’oro scivola sui minimi di quasi quattro mesi a $1.211,17 l’oncia dopo la pubblicazione degli ultimi dati sul lavoro.

Daniele Chicca 10 Luglio 201715:19

Le Borse europee sono quasi tutte positive nel primo pomeriggio.

Daniele Chicca 10 Luglio 201715:36

Avvio di settimana in rosso per i listini principali di Wall Street.

Daniele Chicca 10 Luglio 201715:39

In attesa della testimonianza semestrale di Yellen gli investitori si concentrano sull’asset allocation da attuare in vista della stance più aggressiva delle banche centrali di Usa ed anche Eurozona. Sull’azionario secondo gli analisti di Cassa Lombarda “si dovrebbe assistere a una progressiva rotazione settoriale che potrebbe penalizzare i titoli più sensibili ai tassi di interesse (vedi utility, real estate) o le società più indebitate. Al contrario, i settori bancari e assicurativi dovrebbero trarre vantaggio da un aumento dei tassi”.

Sul front del calendario macro statunitense vengono pubblicati in giornata i dati su inflazione (CPI) e su produzione industriale. La testimonianza semestrale della presidente Janet Yellen al Congresso Usa fornirà indicazioni importanti sulle prossime mosse della Fed: un tono “hawkish” potrebbe creare ulteriori pressioni rialziste sui tassi. In assenza di notizie significative dall’Europa, saranno presumibilmente quelle provenienti dagli Stati Uniti a guidare i mercati dei cambi (il dollaro e, quindi, di riflesso l’euro) e obbligazionario.

Daniele Chicca 10 Luglio 201717:41

Piazza Affari chiude in rialzo questa prima seduta di settimana. Milano è la migliore piazza europea, con il Ftse Mib che segna +0,84% in chiusura. In rialzo le utilities, con Italgas prima del listino. Bene anche l’automotive con Ferrari in rialzo di circa il 3%. Sono invece in ribasso Yoox, Telecom Italia e Ubi Banca.

Daniele Chicca 10 Luglio 201717:42

Il petrolio Wti è in rialzo a quota 44,8 dollari al barile. I prezzi del petrolio sono in leve risalita, ma il mercato è ancora sotto pressione per l’aumento dell’attività di trivellazione negli Stati Uniti e il perdurante eccesso di offerta da parte dei Paesi Opec e non Opec.

Daniele Chicca 10 Luglio 201717:42

Alla chiusura dei mercati europei il crosso euro dollaro cede terreno, complice il rafforzamento del biglietto verde, attestandosi a quota $1,139. Il dollaro è infatti in rialzo sulla sterlina, sullo yen e sull’euro, sostenuto dal consolidamento delle aspettative di un inasprimento della politica monetaria da parte di Fed da qui alla fine dell’anno, alla luce dei dati sull’occupazione migliori delle attese. A contenere i guadagni del biglietto verde una certa prudenza degli investitori in attesa dell’audizione al Congresso della presidente della Federal Reserve Janet Yellen, prevista mercoledì 12 luglio.

Daniele Chicca 10 Luglio 201717:43

Le Borse Europee hanno chiuso in territorio positivo. Le principali borse europee segnano rialzi nell’ordine del mezzo punto percentuale. Tra i titoli dell’indice paneuropeo EuroStoxx 50, E.on è la migliore del listino dopo l’upgrade di HSBC. Bene anche Enel, Vinci e Sap. Sono invece in ribasso Adidas, Deutsche Bank e Telefonica

Daniele Chicca 10 Luglio 201717:56

In una seduta di bassa volatilità, con l’indice VIX in discesa e i mercati azionari che si muovono lateralmente, i titoli del settore hi-tech e Internet – i famosi FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google) sembrano tornati a essere tra i preferiti degli investitori a Wall Street.

Facebook guadagna circa un punto percentuale e il gruppo tech è tornato a scambiare sopra la media mobile a 50 giorni. L’indice Nasdaq sta facendo meglio degli altri panieri principali e si è riportato sui massimi di una settimana esatta fa. L’indice Vix è ridisceso in area 10 punti.

Daniele Chicca 10 Luglio 201718:02

Sul mercato obbligazionario, i Bond europei hanno recuperato qualcosa dopo la pioggia di vendite della fine della settimana scorsa scatenata dalle paure per una strategia più aggressiva da parte della Bce. Il Btp decennale scende al 2,28% dal 2,33%.

Dopo due sedute all’insegna delle vendite tornano gli acquisti sul reddito fisso e lo spread tra Btp e Bund a 10 anni è in marginale riduzione a 174 punti base.