BORSE: A NEW YORK TORNA IL DENARO

11 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa tre ore dall’apertura delle contrattazioni, tutti i principali indici di borsa accentuano il rialzo.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Gli ordini di acquisto fioccano sulle Blue Chip come sulle società a bassa capitalizzazione, privilegiando comunque i titoli di qualità.

Gli investitori hanno accolto con sollievo il dato economico diffuso in mattinata dal dipartimento al Commercio Usa: le vendite al dettaglio in aprile sono calate dello 0,2%, la prima flessione dal giugno 1999.

Un segnale rassicurante sul fronte dell’inflazione che dovrebbe trattenere la Federal Reserve dall’aumentare i tassi d’interesse interbancario (Fed Funds) oltre il 6,5% nella riunione del prossimo 16 maggio.

Il tecnologico, dopo l’ondata di ribassi dei giorni scorsi, offre ottime occasioni d’acquisto a prezzi scontati e gli operatori hanno rimesso mano al portafoglio.

Sostengono i rialzi trasporti aerei e ferroviari, personal computer, telecomunicazioni, biotecnologie, cartario, alimentare, finanziario.

In controtendenza all’andamento generale dei listini, cede terreno il solo settore farmaceutico.