BORSA: “NESSUNA TRATTATIVA IN CORSO”, DICE COFIDE

22 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

“Allo stato, non c’è alcuna trattativa in corso”: è dovuto scendere in campo un portavoce di Cofide per smentire le voci e rispondere alle autorità di vigilanza alla luce dell’andamento fortemente rialzista del titolo in Borsa.

Secondo i rumors Cofide starebbe studiando un’alleanza con Cgm e un’ops (offerta pubblica di scambio) su Sogefi. Il titolo, come Cir, attualmente è sospeso per eccesso di rialzo.

A parte Cofide, grande prestazione di Banca Fideuram: +13,5% dopo la riammissione alle contrattazioni.

Il quadro complessivo, poi, è buono con il Mibtel che conferma l’intonazione rialzista guadagnando l’1,54% a 32.248 punti. A spingere, spiegano gli operatori, sono i titoli media e Internet.

L’espresso è in crescita del 7,39%. Classeditori segna un progresso del 2,79%, Mediaset del 3,97% mentre Mondadori, in controtendenza, perde l’1,08%.

In recupero i telefonici, dopo i realizzi scontati ieri, con Olivetti in rialzo del 2,4% e Telecom del 2,1%. Tim sale del 2,56% e Tecnost segna un leggero progresso dello 0,7%. Tutti positivi i titoli del Nuovo Mercato. Tiscali sale dell’1,93%, Opengate del 4,26% e Poligrafica San Faustino del 5,73%. In volo San Paolo (+8,73%) sulle ipotesi di una quotazione di Imi Web, e Popolare Milano (+8,01%) per le stesse voci su we@bank.