BORSA USA: SCATTANO LE CONDIZIONI DI IPERVENDUTO

19 Aprile 2005, di Redazione Wall Street Italia

*Ralph Acampora e’ il Managing Director, Global Equity Research di Prudential Securities a New York. Le analisi di borsa qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

(WSI) – A Wall Street le condizioni di oversold (ipervenduto) finalmente si sono fatte sentire, per cui molti titoli hanno messo a segno recuperi dei prezzi. I dati sui fondamentali del mercato (breadth) erano lunedi’ sera leggermente positivi. Il rendimento dei Treasuries a 10 anni sembra si voglia avvicinare verso un target al ribasso di breve termine di quota 4.10%.

Il dollaro continua a essere in una fase di stallo, per via della resistenza di breve termine dell’inizio di febbraio posta a quota 85.46. Per quanto riguarda l’oro, il supporto di breve termine di $423 mantiene il metallo giallo agli attuali livelli.

Il greggio comincia a consolidare nella fascia bassa dei 50 dollari al barile. Serve pero’ di piu’ per negare il target al ribasso rappresentato dal livello 48.50/49.00.

COMMENTO

Il mercato finalmente ha risposto favorevolmente alle condizioni di ipervenduto. Il recente estremo sell off che ha creato tanti trend verso un ribasso accelerato, adesso ha messo le basi per un energetico rimbalzo di breve periodo. La domanda piu’ importante che abbiamo pero’ e’ questa: “Riuscira’ il rally a negare, dagli attuali livelli, il danno compiuto sul mercato, e saranno in grado i piu’ importanti indici di borsa di sorpassare le piu’ visibili area di offerta viste in precedenza”?

Siccome non crediamo che tutto il danno compiuto sara’ effettivamente riparato, questo rally adesso ha secondo me un obiettivo in due stadi: primo, i trader agggressivi dovrebbero aprire posizioni lunghe in anticipazione di un rimbalzo potenzialmente rapido; e secondo, gli investitori dovrebbero approffitare di ogni rafforzamento dei prezzi per alleggerire le posizioni che recentemente hanno sofferto un danno tecnico di medio e lungo termine (cioe’ titoli che hanno rotto il trend al rialzo di due anni e/o sfondato al ribasso rispetto a top significativi).

Per i livelli tecnici e un’operativita’ stretta dettata da supporti e resistenze sugli indici Dow Jones, S&P500 e Nasdaq Composite individuati da Acampora, clicca su Target News, una delle 11 sezioni in tempo reale riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Copyright © Prudential Securities per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved