Borsa Usa: le blue chip su cui speculare sul breve periodo

26 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Di recente il Dow ha scambiato in area 11213.54, a solo 21,46 punti dal livello annuale di rischio di 11235 calcolato dagli analisti, che prevedevano sarebbe stato testato prima del giorno delle elezioni, fissate per il 2 novembre.

Un segnale di Buy lanciato dalla Dow Theory avrebbe costretto gli analisti a rivedere tali previsioni, e il Dow Industrial Average scambiare sopra i suoi massimi del 26 aprile in area 11205.03, ma cosi’ non e’ stato, con l’indice che non ha chiuso oltre tale traguardo.

Anche se l’avesse fatto, il Dow Transports avrebbe dovuto al contempo portarsi al di sopra del suo picco toccato il 3 maggio di 4806.10. In concreto per un segnale di Buy bisogna che il Dow Transports chiuda sopra il suo record del 3 maggio 4806.1 e il Dow Industrial sopra i livelli raggiunti il 26 aprile di 11205.03.

Con il Dow Jones vicino a 11.235/11.296, il rally di settembre/ottobre pare abbia tenuto conto del presunto effetto positivo che potrebbe avere una vittoria Repubblicana il 2 novembre e l’eventuale (altamente probabile) annuncio del FOMC di una nuova tornata di misure di quantitative easing, il giorno dopo.

La scorsa settimana a lanciare un monito era stato un modesto aumento del rendimento a 10 anni. Petrolio, oro e euro sono in territorio negativo e potrebbero presto essere raggiunti anche dal Dow. Data la Dow Theory, il livello settimanale di rischio e’ 11526.

In questa settimana cinque blue chip del Dow Jones riporteranno i conti trimestrali, ecco quali comprare sul breve per ottenere guadagni “facili”.

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.