BORSA: TISCALI INCONTENIBILE PURE SE SOSPESA

8 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Corre Piazza Affari, che ora si trova su nuovi record, ma corrono ancora di più i titoli Tiscali, sospesi ma con un rialzo teorico del 130% a 900 euro (un euro vale 1936,27 lire).

Il Mibtel, con un rialzo del 2,57% segna il nuovo record storico a quota 30.839. E’ massimo di tutti i tempi anche per il Mib30 a 45.607 (+2,50%)alle ore 12.35.

I borsini sono effervescenti, e quasi non si contano più le sospensioni per eccesso di rialzo. Oltre a Tiscali, bloccatissima, è ancora sospesa Finmatica. Uno stop se l’è preso anche Italgas (+7,68%) per eccesso di rialzo, dopo l’annuncio di un accordo nei servizi Internet con Fininvest.

Sulle possibilità offerte dal settore utility, si è risvegliata anche Eni, che guadagna il 5,6%. Mediaset sale del 4,4%.

Tra le municipalizzate, Aem è in rialzo dell’8,36%, Acea dell’8,24%. Amga sale dell’8,63% e Acsm del 7,92%.

Molto bene i titoli di De Benedetti premiato per le attività on line di Kataweb, con Cir ripetutamente sospesa al rialzo, Cofide che guadagna il 14,14% e L’Espresso il 7,83%.

Hdp continua a crescere (+12,64%), dopo l’annuncio dell’ingresso di Luigi Giribaldi nell’azionariato.

Fiat subisce una bella spinta al rialzo dopo le dichiarazioni del suo consigliere di amministrazione Franzo Grande Stevens, il quale ha annunciato che il Gruppo, corteggiatissimo, deciderà entro l’anno se e con chi fidanzarsi. Il titolo viaggia ora su +4,26%.

Sempre sostenuti gli scambi sui telefonici con Telecom che sale del 2,02% e Tecnost del 3,1%. Olivetti +3,24%.