BORSA: SI RIPIEGA, MA TIRA IL NUOVO MERCATO

9 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

A poco più di un’ora dall’apertura, Piazza Affari ripiega pur rimanendo positiva.

Il rallentamento del Mibtel (+0,82%), del Mib30 (+0,58%), del Midex (+1,5%) è in linea con quello che si sta registrando anche in Europa, dove spicca Francoforte con il segno meno, trascinata al ribasso dalle forti perdite di Deutsche Bank, Dredner Bank e Allianz.

Quanto a Milano, sono in calo Eni, Tim (-1,3%), Tecnost. Autostrade (-1,73%). Crescono invece, e alla grande, Finmeccanica con quasi il 5% sulle voci di un interesse della Bae per Alenia, e Alitalia (+4,17%) nel giorno del Consiglio di amministrazione dell’Iri.

In rialzo anche alcuni bancari, tra i quali Banca Intesa (+0,64% dopo l’accordo su Internet con Ibm e Telecom) e Mps.

C’è poi il Nuovo Mercato, su cui si registra una certa vivacità: in apertura non sono riuscite a fare prezzo le Opengate che hanno registrato un rialzo teorico del 72,6%, le Tecnodiffusione (+89% teorico), le Prima Industrie (+51% teorico).

Le Poligrafica San Faustino hanno segnato un primo prezzo a 149 euro (un euro vale 1936,27 lire) e sono state sospese subito per eccesso di rialzo. Bene anche Tiscali (+4,9%) e Gandalf (+4%).