BORSA: OPENGATE RIAMMESSE AL LISTINO

10 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo una sospensione per eccesso di ribasso i titoli Opengate sono stati riammessi alle contrattazioni di Borsa, in Piazza Affari.

L’azione fa registrare un ultimo prezzo di 128 euro (un euro vale 1936,27 lire), con un calo del 2,57%.

Subito prima della sospensione la perdita era molto più ampia, pari a oltre il 9%.

Il listino milanese resta in calo, dopo un’apertura con un ribasso superiore all’1%, e risultano particolarmente depressi i titoli legati ai media, alla telecomunicazioni e a Internet.

Ciò è la conseguenza non solo delle prese di beneficio su un settore che in precedenza era cresciuto notevolmente, ma anche dei ribassi della vigilia a Wall Street e degli attacchi che i pirati informatici hanno sferrato alla Rete, mettendone in evidenza la sua debolezza.