BORSA: NOTEVOLE VOLATILITA’, RIAMMESSE FINMATICA

8 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari è molto volatile questa mattina. Pur non seguendo Wall Street nel precipizio dove ieri sono finiti il Dow Jones e il Nasdaq, ma anzi limitando le perdite, la Borsa di Milano sta registrando forti oscillazioni.

Dopo un avvio pesante è riuscita a risalire in positivo, ma ora è di nuovo sotto zero: il Mibtel è a -0,36%; il Mib30 perde lo 0,63% e resta al di sotto dei 50.000 punti; il Midex è l’unico a resistere, e bene, in terreno positivo con +1,38% a 36.681 punti.

Come interpretare queste oscillazioni? Gli operatori parlano chiaramente di paura e ricordano l’altalena di ieri dell’indice subito prima e subito dopo l’apertura di Wall Street. Il mercato dunque si mantiene cauto anche se, appena si presenta l’occsione, si torna a comprare.

Molto interesse su Eni, che guadagna circa il 2%. Sempre in crescita Tim, +0,60%, dopo i buoni risultati di bilancio resi noti ieri, e forte della spinta all’internazionalizzazione del portafoglio e all’espansione all’estero.

Qua e là tornano gli acquisti sui bancari: Banca di Roma si apprezza del 4,23% dopo le perdite di ieri, mentre è pesante il ribasso di Bipop Carire che perde il 4,33%.

Riammesse le Finmatica che in precedenza erano state sospese per eccesso di rialzo; ora guadagnano il 6,93%.