BORSA: NASDAQ? NO, GRAZIE

23 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 10,30 risultano sospesi altri due titoli del Nuovo Mercato, Prima Industrie e Poligrafica San Faustino, mentre è ancora congelato il titolo Cdb Webtech.

All’ultimo prezzo valido le Prima Industrie segnavano un calo dello 0,63% a 129 euro (un euro vale 1936,27 lire) e le Poligrafica San Faustino un ribasso del 6,19% a 152,5 euro.

Piazza Affari, come le altre sorelle europee, non si lascia affascinare dai rialzi del Nasdaq e procede per la sua strada che purtroppo porta al ribasso. Alle 10,30 ora italiana il Mibtel segna un calo dell’1,67%; per il Mib30 -1,65%; per il Midex -1,18%.

Molto pesante l’arretramento di Aem, -5,12% a 5,73 euro. In dieci giorni il titolo ha perso il 32%. Il suo ribasso influenza altre utilities, cresciute nelle ultime sedute per le prospettive legate agli sviluppi delle telecomunicazioni: Amga perde il 6,69% a 2,37 euro mentre Acea arretra del 2,38%. In negativo anche Enel (-1,29%).

Brutto calo per Seat che lascia il 4,50% a 5,80 euro. Telecom Italia -0,81%.