BORSA MILANO: TONFO DI OLIVETTI

3 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Olivetti si conferma in discesa in Borsa a fine mattina, cedendo il 3,08% (a 3,65 euro, con un euro che vale 1936,26 lire) poco prima delle 13.

Il titolo trae un certo sostegno dalla migliore tenuta delle controllate Tecnost (-0,48% a 4,16) e soprattutto Telecom (+0,86% a 18,05) e Tim (+0,89% a 11,45), ma soffre i realizzi scatenati dalle indiscrezioni di stampa peraltro non commentate dalla società.

Secondo queste voci sarebbe quasi completata la blindatura del controllo da parte degli azionisti di Bell.

Sull’onda delle vendite, a metà mattina il titolo era arrivato a perdere il 5,20% (a 3,57 euro).

Da segnalare che Olivetti resta il titolo più trattato del listino, con oltre 112 milioni di azioni scambiate (160 milioni ieri a fine giornata), per un controvalore di 410 milioni di euro.