BORSA: LA BCE NON SORTISCE EFFETTI POSITIVI

2 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nulla da fare oggi per Piazza Affari, che resta negativa nel prosieguo di seduta, sebbene sia stato per ora sventato il pericolo di una stretta monetaria. La Banca centrale europea infatti al termine della riunione odierna ha confermato il pronti contro termine al 3,25%.

Il Mibtel, insensibile, perde lo 0,41% a 33.877 punti, mentre il Mib30 cede lo 0,52%, a quota 49.504.

Resta comunque in ottima forma la Fiat (+4%), e con essa Ifi +9,4% e Ifil +4,4%.

Bene alcuni bancari come Bnl (+2,6%), Bipop (+1,8%), Intesa (+1,4%). Cresce Vemer (+16,4%) dopo la conferma di trattative per possibili alleanze.

Telecom cede l’1,7% come Tim, mentre Tecnost sale del 3%.