BORSA: INIZIO NEGATIVO PER MIBTEL E MIB

29 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non comincia bene la giornata a Milano, dove il primo Mibtel segna una perdita dello 0,22% e dove anche il Mib30 risulta depresso con un -0,15%.

New York, come al solito, ha lasciato il segno e la chiusura di ieri con un -2,5% farà sentire i suoi effetti specie sui titoli telefonici e tecnologici e più in generale su tutto il settore individuabile sotto la definizione di New Economy.

Tim nelle prissime battute sta perdendo lo 0,65% e molto nervosismo si registra sul comparto assicurativo dopo che il vertice dell’Ina ha deciso di dimettersi in seguito ai pessimi risultati del ’99 (-33% i dati di bilancio).

In questa giornata, che potrebbe portare al quarto ribasso consecutivo, sono da seguire anche i titoli energetici dopo la decisione contrastata in seno all’Opec sull’aumento della produzione di greggio: dal primo aprile prossimo ci sarà un incremento del 7%; il 21 gugno prossimo si decideranno le ripartizioni in una nuova riunione dell’Opec. Ma l’organizzazione è divisa, poichè l’Iran non ha aderito alla decisione.