BORSA: IMPENNATA SU FINMATICA PRONTA PER IL NASDAQ

28 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 11 ora italiana la Borsa di Milano stabilizza la sua moderata crescita, con il Mibtel in rialzo dello 0,27%; il Mib30 a +0,40% mentre resta cedente il Midex con -0,34%.

Telefonici e tecnologici guidano la crescita. Lo dimostra bene Tim, +2,76% a 13,50 euro (un euro vale 1936,27 lire), ma anche, sia pure con minor slancio, la Telecom, +0,82% e Tecnost (+0,21%). Olivetti si apprezza dello 0,15%.

Boom invece sul Nuovo Mercato dove troviamo una poderosa crescita di Finmatica, +9,95%, che si appresta a sbarcare al Nasdaq di New York.

Molto bene Tiscali che cresce di oltre il 2%; Prima Industrie con +3,73%; Opengate, +5,32%. Tecnodiffusione sale dell’1,36%; Poligrafica San Faustino +2,26%.

Ottima crescita per Cdb Web Tech, nuova creatura di Carlo De Benedetti: dopo un forte ribasso ieri, oggi si apprezza dell’8,84%; Aedes però è stata sospesa per eccesso di ribasso.

Negli altri settori, resta l’attesa per una soluzione positiva del vertice dell’Opec sull’aumento della produzione del greggio, e nel frattempo si avverte tensione sui titoli energetici; tra le banche, +2% per Bipop e oltre l’1% in più per Fideuram.

Mediaset cede il 3% in attesa dei dati di bilancio; questa condizione accomuna molti altri titoli, quest’oggi: ci sono anche Generali, Edison, Fondiaria, Mediolanum, Bulgari.