BORSA: ATTESI PROGRAMMI DI BUYBACK

17 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Diverse societa’ americane inizieranno a riacquistare le proprie azioni all’apertura dei mercati americani lunedi’, nel tentativo di sostenere le borse.

Dopo che l’attacco terroristico contro gli USA di martedi’ scorso ha bloccato l’attivita’ delle borse americane, diversi gruppi, come
Cisco Systems, la societa’ di servizi finanziari FleetBoston Financial Corp e l’assicuratore statunitense American International Group Inc, hanno annunciato programmi di buyback azionari.

E’ altamente prevedibile che altre societa’ seguiranno la stessa scia, mentre le autorita’ di vigilanza sulla borsa hanno deciso di
facilitare temporaneamente le norme sui programmi di riacquisto azionario.

“Sono giunte molte sollecitazioni da parte di politici e istituzioni finanziarie per riacquistare le azioni e sostenere i prezzi”, ha dichiarato Joseph Kratz, director of research presso la societa’ Stockbuybacks.

Cisco intende acquistare i propri titoli all’apertura dei mercati, dopo aver annunciato lo scorso giovedi’ un buyback per $3 miliardi di azioni.

Incoraggiata dalla Federal Reserve, anche Fleet, la settima banca statunitense, comincera’ un riacquisto azionario lunedi’ per $4 miliardi, pari al 10% di 1,1 miliardi di sue azioni in circolazione.

“Vogliamo sottolineare la fiducia che abbiamo nei mercati finanziari alla luce della tragedia di martedi’”, e’ stato il commento di Eugene McQuade, direttore finanziario di FleetBoston.

Tra gli altri gruppi pronti ad attivare programmi di buyback, Coca-Cola Co, AIG, 3Com Corp, e Pfizer Inc.