Boom in borsa per Renren, la Facebook made in China

5 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma- La Facebook cinese sbarca in borsa e segna un rally del 30% nel suo primo giorno di contrattazioni, sul New York Stock Exchange. Con sede a Pechino, Renren -questo il nome del servizio di social network numero uno nel paese del Dragone – si rivela tra le nuove promesse direttamente firmate Made in China.

L’Ipo della società è avvenuta a un prezzo di $14 per azione, al top del prezzo inizialmente stimato, compreso tra $12 e $14. I titoli sono stati collocati sul mercato americano sotto forma di American depositary receipts e lo sbarco in borsa ha scatenato una forte e immediata domanda degli investitori, a dispetto dei dubbi sull’affidabilità dei dati finanziari e dei multipli di valutazione delle società cinesi.

Il Financial Times fa notare poi che il valore post-Ipo di Renren è stimato a $7,5 miliardi; la rivale americana Facebook è stata valutata invece $65 miliardi dagli investitori istituzioni alla fine di marzo – secondo i dati che arrivano da Nyppex, mercato privato per il trading azionario – e corrisponde a un ammontare pari a 32 volte le vendite previste per il 2010, pari a $2 miliardi.

A tal proposito, facendo un paragone tra le due società, si nota come, sebbene il valore di mercato di Renren sia molto inferiore a quello stimato per Facebook, esso corrisponde a quasi 100 volte l’ammontare del fatturato netto dello scorso anno, pari a $76,5 milioni.

“Gli investitori che sono bullish su Renren stanno guardando al futuro di questa società – ha detto Nick Einhorn, analista presso Renaissance Capital, gruppo di investimento e advisor nelle operazioni di Ipo – A circa un decimo del valore di mercato di Facebook, l’Ipo riflette come Renren possa entrare nell’arena di Facebook”.

Renren era nata inizialmente come clone di Facebook, ma da allora si è evoluta, aggiungendo nuove applicazioni che si sono adattate al mercato cinese.