Bolla dei debiti societari pronta a esplodere, metterà al tappeto economia Usa

24 Settembre 2018, di Mariangela Tessa

Questa volta non saranno le banche, ma le aziende a far saltare l’economia Usa. Con debiti accumulati per 6,3 mila miliardi di dollari (dati di S & P Global Ratings), quella su cui sono seduti i gruppi industriali Usa è una bomba a orologeria destinata a esplodere. È solo questione di tempo.

“Le aziende, non i consumatori o le banche, causeranno la prossima recessione”, sostiene Michael Hartnett, capo degli investimenti stratega della Bank of America Merrill Lynch

L’abbuffata del debito della Corporate America ha contribuito a finanziare la ripresa: le aziende hanno preso in prestito soldi per aprire fabbriche, acquistare attrezzature e sviluppare prodotti. Un pezzo di quel debito è andato anche a premiare Wall Street con massicci riacquisti di azioni. Ma come scrive la Cnn:

“Tutto quel debito è facile da ignorare ora che tassi di interesse sono bassi, che l’economia statunitense cresce a ritmi sostenuti e la politica fiscale è favorevole”.

Questa situazione tuttavia non durerà a lungo. Alla fine di un periodo d’oro, sia l’economia che i profitti aziendali rallenteranno, lasciando le aziende in una posizione più debole per pagare il debito. Soprattutto in una fase di rialzo dei tassi di interesse. E allora saranno dolori.