Boeing: dopo due anni di stop, torna a volare il 737 Max

30 Dicembre 2020, di Mariangela Tessa

Dopo quasi due anni di stop, torna a volare Boeing 737 Max. Il velivolo dell’American Airlines è partito ieri dal Miami International Airport diretto allo scalo di LaGuardia a New York. con a bordo 100 passeggeri.

Il blocco del velivolo era scattato nel marzo 2019, dopo i due disastri aerei, uno in Indonesia ed uno in Etiopia, che causarono 346 vittime. Le indagini rivelarono che gli incidenti furono causati da problemi tecnici legati al sistema di volo automatizzato.

“Voliamo su un Boeing 737 Max” ha annunciato il capitano Sean Roskey ai passeggeri, fra i quali il presidente di American Airlines. “Abbiamo fiducia in questo velivolo. Mia moglie è a bordo”, ha aggiunto.

Il mese scorso la Federal Aviation Administration ha approvato le modifiche apportate da Boeing a questo sistema di controllo dando così il via libera alla ripresa dei voli del 737 Max.

In questi modo, la FAA ha aperto la strada alle compagnie aeree statunitensi per riprendere a utilizzare l’aereo a condizione che vengano apportate determinate modifiche e venga fornito ai piloti un addestramento aggiuntivo.

Tutte le compagnie aeree coinvolte

Per ora, American Airlines opererà un viaggio andata e ritorno al giorno tra Miami e New York fino al 4 gennaio prima di mettere l’aereo anche su altre rotte.

United Airlines ha in programma i primi voli del 737 Max il prossimo 11 febbraio, dagli hub di Denver e Houston. Southwest Airlines ha comunicato che i primi voli saranno effettuati nel secondo trimestre del 2021.

A livello internazionale, la brasiliana Gol è stata la prima a far tornare operativo il 737 Max, nel corso del mese.