BMW: SMENTITE DIMISSIONI DI JOACHIN MILBERG

2 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il fallimento delle trattative della vendita della controllata inglese Rover, secondo un quotidiano tedesco, sembrava che la prima testa a cadere dovesse essere quella del capo della Bmw Joachim Milberg. Ma la stessa casa tedesca ha smentito “categoricamente” le informazione della stampa.

Secondo un portavoce della Bmw, infatti, se si guarda all’andamento degli affari negli ultimi mesi Milberg appare “il manager dell’auto di maggior successo che vi sia al momento”.

Il portavoce ha anche affermato che, contrariamente a quanto indicato da altri fonti, la Bmw non intende riprendere i negoziati con Alchemy, il cui fallimento era stato annunciato giovedi scorso.

Non vi è alcun motivo per riprendere le trattative, ha detto il portavoce.