Bitcoin: per Goldman Sachs “la criptovaluta è qui per restare”

16 Marzo 2021, di Alessandra Caparello

Goldman Sachs: “il Bitcoin è qui per restare”

Le criptovalute e gli asset digitali saranno una caratteristica permanente dei portafogli di investimento delle banche e dei gestori patrimoniali per il prossimo futuro. Così la massima autorità di Goldman Sachs sul settore cripto Mathew McDermott, capo globale delle attività digitali della banca d’affari.

McDermott ha sottolineato che le criptovalute hanno ormai superato un punto di non ritorno in termini di adozione come riserva di valore e come copertura contro i timori di svalutazioni.

Abbiamo superato il limite ora“, ha detto a Financial News in un’intervista telefonica. “L’attenzione diventerà più grande e ci saranno diverse ragioni per cui si vorrebbe essere coinvolti in diverse criptovalute, a causa della tecnologia sottostante che sta arrivando”.

Bitcoin, la più grande criptovaluta del mondo, è arrivata a segnare oltre i 60.000 dollari di valore il 14 marzo per raggiungere un massimo di 61.627 dollari. Il suo valore totale di mercato ha superato  1 trilione di dollari il mese scorso.

“Il Bitcoin potrebbe non continuare ad avere sempre la sua posizione dominante... ma penso che lo spazio delle criptovalute abbia un interesse più ampio del bitcoin”.

Bitcoin: Goldman lancia un trading desk per le crypto

Poco tempo fa il colosso bancario americano ha lanciato un trading desk crypto, data la forte domanda da parte degli investitori. Citando un sondaggio interno su quasi 300 clienti, il dirigente ha affermato che il 40% degli investitori di Goldman Sachs è attualmente esposto alle criptovalute:

“In realtà mi è sembrata una cifra abbastanza alta, ma ho ritenuto che riflettesse molto la domanda che abbiamo riscontrato negli ultimi 3-6 mesi.”

Secondo McDermott, tra il 95% e il 99% delle discussioni della banca con i clienti riguardano le attività digitali finora concentrate sul bitcoin, ma che ethereum e finanza decentralizzata stanno crescendo in popolarità. Il dirigente ha anche riferito che il 61% dei clienti intervistati da Goldman Sachs si aspetta un aumento delle partecipazioni in asset digitali nel corso del prossimo anno. Inoltre, il 76% prevede che il Bitcoin terminerà il 2021 tra 40.000 e 100.000 dollari; tuttavia, solo il 22% si aspetta che BTC supererà la soglia dei 100.000$ entro fine anno.