Bitcoin, Borsa australiana adotterà tecnologia blockchain

8 Dicembre 2017, di Daniele Chicca

La piattaforma di trading della Borsa australiana ha deciso di adottare la tecnologia blockchain come mezzo per effettuare gli scambi di mercato. Lo ha annunciato l’amministratore delegato di ASX Dominic Stevens. L’operazione “farà dell’Australia uno dei posti d’avanguardia dell’innovazione dei mercati finanziari”.

“Dopo tanta hype intorno a questa tecnologia , l’annuncio di oggi offre la prima prova significativa del fatto che la tecnologia blockchain è in grado di essere all’altezza delle sue aspettative“, osserva Blythe Masters, amministratore delegato di Digital Asset Holdings. Per gli esperti del settore i sistemi di blockchain hanno la possibilità di diventare il futuro dei pagamenti elettronici e del sistema finanziario.

Il grande valore della tecnologia, che sostituirà il sistema tradizionale di trading della Borsa australiana, sta nel garantire la sicurezza delle informazioni condivise e delle operazioni effettuate. Tale valore non è messo in questione nemmeno dai detrattori del Bitcoin. Anzi, il blockchain viene ritenuto lo strumento ideale per molti programmi e funzioni, come appunto le operazioni di transazione monetaria.

La tecnologia di blockchain, quella usata per le criptovalute come il Bitcoin, consente di sfruttare la potenza e la rapidità di Internet garantendo al contempo la sicurezza dei dati scambiati. Si basa su un sistema “libertario” di controllo dal basso, condiviso dagli stessi utenti. Questo aspetto consente di non dover fare ricorso ad agenti esterni e autorità superiori di regolamentazione.

La tecnologia delle “catene di blocchi” rende difficile il furto e perdita di informazioni. Custodiscono e gestiscono dati digitali di cui ci si può fidare per via di un insieme di regole ristretto che si serve della crittografia. I sistemi di blockchain creano infatti un registro condiviso di dati protetto da password crittografiche (vedi video esplicativo sotto).