BIPOP: SMENTITA CESSIONE ALLA DEUTSCHE BANK

15 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il no comment della Deutsche Bank, Bipop smentisce le notizie di stampa su possibili trattative con il Gruppo tedesco.

Un portavoce dell’istituto di credito di Brescia afferma che non esistono “contatti finalizzati alla cessione del Gruppo”. Dalla sede centrale di Francoforte, il portavoce della Deutsche Bank Detlev Rahmsdorf ha ribadito che “come nostro solito, non commentiamo voci di mercato”.

Bipop ha smentito pure che siano in discussione anche solo “significative partecipazioni” al suo capitale e ha indirettamente escluso dimissioni dell’amministratore delegato Bruno Sonzogni, come invece ipotizzato dalla stampa.

A questo proposito è stato sottolineato che “il team del management di Bipop-Carire è solidamente coeso intorno all’amministratore delegato Bruno Sonzogni nel perseguire obiettivi competitivi e vincere le sfide che oggi impone il mercato”.

Secondo quanto sostenuto da un quotidiano, Mauro Ardesi, il costruttore bresciano principale singolo azionista di Bipop con una quota dell’8,77%, sarebbe pronto a vendere la propria partecipazione alla Deutsche Bank.

La sua uscita dal Consiglio di amministrazione, nonostante le smentite, è stata considerata come una disponibilità alla vendita. Un progetto che, secondo le stesse fonti, coinvolgerebbe anche l’amministratore delegato Sonzogni.