BIPOP CARIRE: PER ANALISTI E’ RIMBALZO TECNICO

22 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Bipop Carire (+2,91% a €1,66) viaggia sui massimi dopo un piccolo ribasso in avvio.

Secondo un operatore “si tratta comunque di un ribalzo tecnico, il sentiment sul titolo rimane decisamente negativo”.

Il mercato aspetta che si concretizzi l’ipotesi di fusione con Banca di Roma (+0,68% a 2,36), anche se probabilmente la proposta formulata dall’istituto romano non sarà conveniente per la banca bresciana.

Alcuni operatori temono che i tempi della fusione possano dilatarsi a causa delle forti divisioni all’interno di Bipop: un gruppo di soci potrebbe cercare di ostacolare l’operazione di fusione bloccando le delibere assembleari.

Un’importante agenzia di stampa ricorda che “il 30 gennaio scade un vincolo di lock up su circa 30 milioni di azioni nell’ambito dell’operazione di acquisizione della tedesca Entrium”.

Il suggerimento di analisti e trader è comuqnue quello di aspettare, prima di vendere le proprie azioni sul mercato, l’offerta da Banca di Roma.
Mercoledì è in programma il Cda di Bipop, con all’ordine del giorno l’integrazione con Banca di Roma.