BIOTECH: SEC PRONTA AD AZIONE CONTRO IMCLONE

20 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

La Sec (Securities and Exchange Commission) ha detto che ImClone Systems (IMCL – Nasdaq) potrebbe dover affrontare una causa civile, per come ha maneggiato le informazioni sull’Erbitux, il proprio farmaco (non ancora approvato) contro il cancro.

A mercati americani già chiusi, con una particolare avviso, chiamato “Wells notice”, recapitato alla società biotech, la Sec ha fatto presente che potrebbe intraprendere un’azione contro Imclone.

Con questo tipo di avviso la società ha trenta giorni per convicere l’autorità di controllo americana che non sussistono ragioni per intentare la causa.

E’ l’ennesima tegola che cade sulla società di New York.

Imclone, infatti dopo più di un anno di ricerche e sperimentazioni su un farmaco anticancro (Erbitux), non ha ancora ottenuto l’approvazione da parte della Fda (Food & Drug Administration).

La scorsa settimana, l’amministratore delegato, Samuel Waksal, è stato arrestato per insider trading.

Ora la Sec vuole vedere chiaro intorno alla vicenda legata all’Erbitux e ha richiesto tutto il carteggio tra la Fda e Imclone.

A suscitare sospetti di irregolarità è stata anche la nota di un analista di Merrill Lynch, che, lo scorso 27 dicembre, anticipava il “no” della Fda.

Nell’after hours il titolo perde l’11,13%.