Bini Smaghi: non tollerabile una spesa pubblica al 40% del Pil

11 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

“Le economie non possono tollerare un livello della spesa pubblica che sia pari al 40% del Pil”. E’ quanto ha detto il membro della Bce Lorenzo Bini Smaghi, parlando in occasione della IX edizione della Giornata dell’economia, che è in corso a Prato, e riferendosi ai paesi avanzati.

Bini Smaghi ha continuato invitando queste economie a tagliare la spesa pubblica e a liberare le risorse private. Le parole sono monitorate attentamente in quanto, ora che Mario Draghi si è assicurato quasi del tutto la poltrona della Bce, molto probabilmente sarà proprio Lorenzo Bini Smaghi a sostituirlo nella carica di governatore di Bankitalia.

Il funzionario ha anche parlato del mercato delle commodities, affermando che la Banca centrale europea sta attentamente monitorando l’inflazione, e che la volatilità rimane nel mercato delle materie prime. La ripresa c’è, ha detto, ma è necessario che il fattore inflazione sia attentamente monitorato. E nel caso dell’Italia, che ha perso competitività, “è necessario avere un tasso inflazione inferiore alla media dell’Eurozona”.