BILANCIO POSITIVO PER GLI IPO DELLA SETTIMANA

11 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street ha visto grandi performances, questa settimana, nel settore delle matricole dell’high-tech.

Prezzi di collocamento piu’ alti del previsto e collocamenti aggressivi lasciano pensare che il mercato stia procedendo senza timore.

Le ultime matricole potrebbero cosi’ seguire l’esempio di Buy.com (BUYX), Delano Technology (DTEC) e Vicinity (VCNT), che hanno registrato ottime performance in un mercato che rimane favorevole alle IPO.

Secondo alcune stime, un titolo guadagna durante il primo giorno di contrattazioni dopo il debutto sul mercato in media il 119%, di gran lunga superiore ai dati dell’anno scorso, che davano un guadagno medio del 68%.

Witness System (WITS) ha innalzato il prezzo di collocamento ben al di sopra di quello proposto, mentre Organic (OGNC) ha ormai radici ben salde nel mercato, in rialzo di ben 30 punti rispetto al prezzo iniziale dell’offerta.

Venerdi’ mattina a New York, per esempio, il titolo di Organic procedeva egregiamente e veniva scambiato a 40,9 dollari, rispetto al prezzo di collocamento di 20 dollari. Ben 5.2 milioni di azioni, quasi l’intero ammontare delle azioni parte dell’offerta pubblica, sono passate di mano.

Nel contempo, le azioni di Cypress Communications (CYCO), che debuttava in borsa a 17 dollari, venerdi’ mattina non andava piu’ in la’ di un debole 19,5.

Il titolo XCare.Net (XCAR), che si e’ presentato in borsa con un prezzo di collocamento superiore alla forchetta, venerdi’ mattina era trattata a 31,5 dollari, in rialzo dello 0,8%.

Ma ecco, una per una, le IPO di questa settimana.

XCARE.NET

La XCare.net (XCAR) ha elevato il suo prezzo di collocamento di ben due dollari rispetto alla forchetta iniziale proposta tra i 14 ed i 16 dollari e ha presentato il titolo in borsa a 18 dollari per azione.

La societa’ con sede nello Stato del Colorado fornisce oltre che la connessione ad Internet per alcune societa’ telematiche anche servizi di e-commerce legati al mondo della medicina e della salute, ed opera in un settore che ha visto ormai molte altre societa’ debuttare in borsa come ad esempio Healtheon (HLTH) e Medscape (MSCP).

A dimostrazione della fiducua che la societa’ ha nel mercato, Xcare.net ha portato la forchetta dell’offerta pubblica coordinata da Robertson Stephens tra i 15 e i 17 dollari, lanciando sul mercato 5 milioni di azioni.

CYPRESS COMMUNICATIONS

Cypress Communications (CYCO) ha comunicato il prezzo del collocamento di 10 milioni di titoli a 17 dollari per azione, al di sopra della forchetta proposta tra i 14 ed i 16 dollari.

La societa’ di Atlanta, che fornisce servizi di telecomunicazioni attraverso l’utilizzo di fibre ottiche di sua produzione a piccole aziende, prevede di raccogliere 170 milioni di dollari tramite l’offerta guidata da Bear Stearns.

Al 30 novembre 1999, Cypress forniva tecnologie a fibre ottiche in 113 palazzi dislocati in 12 importanti aree urbane, con un progetto per l’installazione di reti cablate all’interno di 700 edifici situati in altre 50 grandi citta’.

WITNESS SYSTEM

Witness System (WITS) si prepara a debuttare con un prezzo di 20 dollari per azione, di molto superiore alla forchetta prima proposta tra i 12 ed i 14 dollari e successivamente tra i 15 ed i 17 dollari.

La societa’ con sede nello stato della Georgia produce software destinati al mercato delle telecomunicazioni e dei media.

I GRANDI FRATELLI

Pur operando in settori diversi, entrambe le californiane Organic e Lightspan sono appoggiate da grandi nomi del mercato.

Organic (OGNC) ha posto sul mercato le 5.5 milioni di azioni parte dell’offerta ad un prezzo di 20 dollari. Lightspan (LSPN) ha scelto il prezzo piu’ alto proponendo le sua azioni a 12 dollari per azione.

A queste si aggiunge Omnicom (OMC) che possiede parte di Organic e che verra’ presentata in borsa con un’offerta coordinata dalla Goldman Sachs.

Il panorama, secondo alcuni analisti, appare molto buono soprattutto analizzando le performance di Razorfish (RAZF), Modem Media.Poppe Tyson (MMPT) e Agency.com (ACOM). Tutte hanno raddoppiato entro il primo giorno.

Organic, fiduciosa nella reazione positiva del mercato, aveva addirittura alzato la forchetta iniziale del 46% portandola tra i 18 ed i 20 dollari ed attirando capitali per 110 milioni di dollari invece dei 72 milioni stimati in precedenza.

Lightspam, produttrice di software educative per casa e scuola, e’ appoggiata finanziariamente da grandi societa’ come Accel Partners, Kleiner Perkins Caufield & Byers, Microsoft, Tribune Co., Comcast e Cox Communications.

VICINITY, DELANO

Vicinity (VCNT) e Delano Technolgy (DTEC) hanno iniziato a perdere forza durante la seconda giornata di contrattazioni.

La californiana Vicinity (VCNT) e’ scesa di 6 7/8 posizionandosi a 42, mentre al debutto in borsa guadagnava il 187% rispetto al prezzo dell’offerta, che ricordiamo era di 17 dollari, aprendo a 40 e chiudendo a 48 ¾.

Delano Technology (DTEC) e’ scesa di 5 1/8 arrivando a quota 45 1/2. Mercoledi’, apriva a 48 e, dopo aver raggiunto tre volte il prezzo iniziale, si attestava a 64 chiudendo la giornata di contrattazioni a 50 1/2, in crescita del 181%. Il prezzo della collocamento era di 18 dollari per azione.

VIA NET.WORKS

Via Net.Works (VNWI) venerdi’ mattina ha registrato un aumento del 102% a quota 42,5 dollari.

La societa’ dello Stato della Virginia, che fornisce servizi Internet ad aziende europee e latino americane, si prepara a raccogliere 300 milioni di dollari con l’offerta coordinata da Donaldson, Lufkin e Jenrette.

Giovedi’ dera la societa’ aveva portato la forchetta tra i 19 ed i 21 dollari – quella proposta inizialmente era tra i 15 ed i 17 dollari- ed ha aumentato l’offerta da 13.3 milioni di azioni a 15 milioni.

BEASLEY BROADCAST GROUP

Beasley Broadcast Group (BBGI) portera’ sul mercato 6.9 milioni di azioni ad un prezzo che sara’ compreso tra i 15 ed i 18 dollari per azione. L’offerta e’ cordinata da CS First Boston.

Beasley, che ha sede in Florida, e’ uno dei piu’ grandi gruppi televisivi americani a “gestione familiare” e possiede stazioni televisive su tutta la costa atlantica USA.

L’offerta che doveva sbarcare in borsa mercoledi’ per iniziare le contrattazioni giovedi’, non ha ancora debuttato.