Biden: europei scettici su nuovo presidente. Italiani i più filoamericani

20 Gennaio 2021, di Alberto Battaglia

Vista dall’Europa, l’elezione di Joe Biden alla Casa Bianca è giudicata un fattore prevalentemente positivo per il Vecchio Continente, ma la maggioranza assoluta degli europei (51%) si dice convinta che il neo eletto presidente non riuscirà a risolvere le maggiori sfide dei prossimi quattro anni. Ossia: “riparare le divisioni interne agli Usa e investire nella risoluzione di questioni internazionali come il cambiamento climatico, la pace in Medio Oriente, le relazioni con la Cina e la sicurezza europea”.

E’ quanto risulta dall’indagine condotta dal think-tank European Council on Foreign Relations tramite YouGov e Datapraxis, tramite una serie di sondaggi che ha coinvolto oltre 15mila persone in 11 Paesi europei, compresa l’Italia, fra fine novembre e inizio dicembre.

Secondo le risposte raccolte, il 57% del campione ritiene l’elezione di Biden molto (17%) o leggermente positiva (40%) per l’Europa. Solo il 13% degli europei si dice del parere opposto.
Per quasi un terzo degli europei (32%), dopo l’elezione di Donald Trump nel 2016, gli Usa non possono più essere più meritevoli di fiducia, un’opinione che diventa largamente maggioritaria (53%) in Germania.

Una potenza in declino

In termini di “tribù” di appartenenza, l’Italia risulta il Paese più filoamericano e meno pro-Ue fra quelli oggetto dell’analisi. Si definiscono appartenenti al gruppo “In America we trust” il 22% degli italiani, contro il 18% degli “in Europe we trust”. L’Italia è pertanto l’unico Paese europeo nel quale la fiducia negli Stati Uniti è superiore a quella riposta nell’Europa. Sul versante opposto, quello più filoeuropeo, troviamo Danimarca, Germania, Svezia e Olanda.

Che però l’egemonia degli Stati Uniti sia in declino è un’opinione prevalente in tutta Europa, Italia compresa: il 29% degli italiani è “molto convinto” del fatto che la Cina sarà più potente degli Usa nel giro di dieci anni. Un’opinione condivisa, nella media europea, dal 17% degli intervistati.
“Agli europei piace Biden ma non pensano che l’America tornerà come leader mondiale. La maggior parte pensa che il sistema politico degli Stati Uniti sia fallato, che la Cina sarà più potente degli Stati Uniti e che Washington non li difenderà”, ha commentato il direttore e fondatore dell’Ecfr, Mark Leonard, gli europeio “vogliono che i loro governi rimangano neutrali in una gara tra Washington e Pechino e vogliono investire nella difesa europea”.