BERNANKE SI RISCOPRE COLOMBA: RIPRESA LENTA

14 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il presidente della Federal Reserve Ben Bernanke ha detto di vedere ancora notevoli restrizioni nel percorso che portera’ alla ripresa, in particolare nel comparto della costruzione residenziale e commerciale e nel mercato del lavoro.

Le parole da colomba non sono piaciute agli investitori nella valuta americana, con il dollaro che perde ulteriore terreno rispetto alle valute concorrenti. Il Dollar Index (DXY) – misura della prova del biglietto verde contro le sei principali valute rivali – ha reagito male alla frase utilizzata “limitazioni significative”, scivolando in area 80.30.

Ad occupare i pensieri di Bernanke e’ sempre la debolezza del mercato del lavoro statunitense. “Sono particolarmente preoccupato per il fatto che in marzo il 44% dei disoccupati e’ rimasto senza un posto di lavoro per almeno sei mesi”.

In Congressional testimony that made no direct reference to the near-term outlook for benchmark interest rates or the vow to keep them really low for an “extended period”, Bernanke focused mostly on barriers to further growth.

Nella testimonianza davanti al Congresso il numero uno della Banca Centrale non ha fatto riferimenti all’outlook sul breve termine per i tassi di interesse e nemmeno all’impegno di mantenerli sui livelli minimi storici ancora per un “periodo prolungato”. Bernanke ha preferito concentrarsi sugli ostacoli alla crescita futura, segnalando condizioni fiscali cattive in molti stati e governi locali.

L’azionario ha invece mantenuto un buon andamento. Il Dow Jones guadagna 39.98 punti a quota 11059.4, l’indice S&P 500 4.82 punti a 1202.12 e il Nasdaq 19.77 punti in area 2485.76.