BERKSHIRE INVESTE IN CITIGROUP E DUN&BRADSTREET

15 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al guru della finanza Usa Warren Buffett piace l’abbigliamento e la grande finanza.

Sembra infatti che Berkshire Hathaway (BRK), la societa’ d’investimento di Warren Buffett, avrebbe acquistato nel quarto trimestre del 1999 ben 8,06 milioni di azioni di Citigroup (C), valutate circa 449 milioni di dollari, 12,1 milioni di titoli Dun& Bradstreet (DNB) pari a 357,6 milioni di dollari e al 7,5% della societa’ di rating, 2,6 milioni di azioni Gatx Corp. (GMT), 12,1 milioni di titoli Jones Apparel Group (JNY), pari al 9,9% della societa’ di abbigliamento, e 159 mila titoli Republic New York Corp(RBN).

Questo secondo i documenti consegnati all’organo di controllo della borsa Usa, la Securities and Exchange Commission.

E’ difficile pero’ sapere quando queste partecipazioni siano entrate in portafoglio Berkshire, perche’ Buffett consegna alla Sec il cosidetto ‘confidential 13F’, un documento che l’organo di controllo rende pubblico dopo circa un anno.

Da documenti precedenti, si scopre che Berkshire aveva investito precedentemente nel Travelers Group, prima che venisse acquistato da Citigroup, ma che poi l’aveva abbandonato.

Il numero delle aziende in portafoglio sarebbero raddoppiate a 16 durante il trimestre, mentre il valore delle partecipazioni sarebbe aumentato da 22,8 a 28,5 miliardi di dollari.

Coca Cola Co. (KO) rimane la piu’ importante posizione, rappresentata da 200 milioni di azioni, per un valore di 11,6 miliardi di dollari, seguita da American Express (AXP) con 50,5 milioni di titoli valutati 8,4 miliardi di dollari.

Altri titoli che compongono Berkshire sono Liz Claiborne (LIZ) per 4,9 milioni di azioni, l’8,3% della societa’, Gilette, M& T Bank Corp.(MTB) aumentati da 3380 azioni a 510.310, Great Lakes Chemical Corp. (GLK), Torchmark Corp.(TMK) e Zenith National Insurance Corp. (ZNT).

Berkshire Hathaway (BRK) utilizza di solito una particolare strategia d’investimento, quella di acquistare titoli e di tenerli in portafoglio per lungo tempo.

Berkshire mantiene ancora l’aura di titolo estremamente desiderabile, se non altro per il prezzo, 4310 dollari, nonostante nell’ultimo anno abbia registrato risultati deludenti.

Un anno fa Berkshire Hathaway veniva scambiata a 7190 dollari, ma Buffett, sebbene sia considerato uno dei principali guru della finanza Usa, non e’ riuscito a saltare sul carro del settore tecnologici, perche’ troppo estranei alla sua esperienzao mantenendosi invece in settori piu’ ‘sicuri’ quali servizi finanziari e prodotti di consumo, e il titolo, ne ha naturalmente risentito.