Berkshire Hathaway torna in utile nel primo trimestre, avanti con il buy-back

3 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Berkshire Hathaway si lascia alle spalle le difficoltà registrate nel picco della pandemia rivede e rivede l’utile. Nel primo trimestre fiscale, il conglomerato di Warren Buffett ha riportato utili per $ 11,7 miliardi di utili netti da una perdita di $ 49,7 miliardi un anno fa. Sopra le stime il giro d’affari, che si è attestato a 64,6 miliardi, sopra le stime di Refinitiv ($63,66 miliardi).

In crescita del 20% l’utile operativo che è salito sopra i 7 miliardi di dollari. Dietro la performance positiva, il mix di attività del conglomerato, tra cui assicurazioni, trasporti, servizi di pubblica utilità, vendita al dettaglio e produzione, che ha beneficiato delle progressive riaperture delle attività economiche.

Durante il primo trimestre, la società ha continuato nel massiccio piano di riacquisto di azioni proprie, che ha toccato $ 6,6 miliardi, dopo il record di $ 24,7 miliardi dello scorso anno. Il conglomerato ha registrato $ 9 miliardi di riacquisti di azioni proprie nel quarto trimestre.
La liquidità di Berkshire Hathaway è cresciuta di circa il 5% durante il trimestre a oltre 145,4 miliardi di dollari, poco al di sotto del livello record registrato alla fine del terzo trimestre dello scorso anno.

Berkshire Hathaway, nuovo affondo al Bitcoin

Nella sessione di domande e riposte, non sono mancati nuove critiche al Bitcoin. A proposito della moneta digitale, il disprezzo del vicepresidente di Berkshire Hathaway Charlie Munger nei confronti del bitcoin si è solo intensificato nel corso del record di risorse digitali quest’anno.

“Ovviamente odio il successo del bitcoin”, ha detto il 97enne Munger durante una sessione di domande e risposte alla riunione annuale degli azionisti del Berkshire sabato. “Non guardo con favore ad una valuta che sia così utile per rapitori, estorsori e così via. Direi che l’intero sviluppo è disgustoso e contrario agli interessi della civiltà”, ha detto Munger.

Veniamo al titolo Berkshire Hathaway. Malgrado abbia sfruttato le performance stellari delle sue partecipazioni hi-tech (come Apple e Amazon), negli ultimi anni la holding americana ha perso una parte del suo smalto.

Negli ultimi cinque anni, le sue azioni hanno segnato un aumento del+ 90%, mentre lo S&P 500 è più che raddoppiato e il Nasdaq è aumentato di quasi il 200%.