BARRON’S (5): SCHAFER PUNTA SUI FARMACEUTICI

24 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Oscar Schafer, uno degli 11 partecipanti alla tavola rotonda della rivista americana Barron’s e partner della societa’ che porta il suo nome “Oscar Schafer & Partners”, consiglia alcuni titoli del settore farmaceutico e ricorda che nell’edizione precedente aveva suggerito posizioni short su Enron.

Schafer continua a suggerire Pharmaceutical Resources (PRX – Nyse), uno dei migliori titoli del 2001, con un guadagno di oltre il 325%. La societa’ di farmaci generici mantiene un forte potenziale di crescita e dovrebbe registrare per quest’anno utili di $2 ad azione – e di conseguenza rivalutare il titolo a $50 dai $29 attuali – ma registrare un aumento dei profitti a $4 nei prossimi 2-3 anni grazie alla nuova strategia di acquisizioni.

Pharmaceutical Resources ha lanciato varie formulazioni per un un farmaco generico sostitutivo dell’antidepressivo Prozac – un mercato da $2 miliardi – e un prodotto per far aumentare di peso i pazienti di AIDS – un mercato da $250 milioni. La societa’ ha inoltre brevetti sul procedimento di creazione di alcuni medicinali generici e se riuscisse ad avere prodotti a lunga scadenza potrebbe vedere il titolo salire fino a $100.

Schafer consiglia poi Viasys Healthcare(VAS – Nyse), la societa’ di prodotti medici il cui titolo e’ passato da $15 a $20 dallo scorporo da Thermo Electron del mese di novembre.

Obiettivi: implementare ricerca e sviluppo, acquistare nuovi prodotti che dovrebbero aumentare il tasso di crescita della societa’ e i suoi margini, fornire un flusso costante di fatturato – che ora si aggira attorno a $350 milioni l’anno.

La societa’ prevede un aumento del 5%-7% delle vendite e del 12%-15% degli utili, ma l’analista pensa che i profitti possano crescere del 20% e raggiungere $1,15 nel 2002 e $1,40 nel 2003, portando il titolo prossimo a $40.

L’analista pensa poi che Dr.Reddy’s Laboratories (RDY – Nyse), una societa’ farmaceutica indiana poco nota negli USA, promette di crearsi un nome nella comunita’ farmaceutica.

La societa’ ha oltre una dozzina di richieste di approvazione di medicinali presso la FDA e nel secondo trimestre il suo fatturato negli USA ha superato quello del Paese d’origine.

Il suo obiettivo a breve e’ quello di produrre medicinali generici difficili da duplicare e farmaci specifici, ma nel lungo termine Dr. Reddy vuole puntare sulla ricerca.
In India ha gia’ introdotto farmaci genetici e sta contrattando licenze per medicinali molecolari per diabete, colesterolo e cancro.

Schafer ritiene che gli utili possano raggiungere tra qualche anno quota $2-$3 ad azione e che l’ADR possa salire a $60 dagli attuali $19.

Nel settore assicurativo, Schafer consiglia Principal Financial Group (PFG – Nyse), la nona societa’ americana del sottocomparto vita che si e’ immatricolata lo scorso ottobre a $18,50 e che viene scambiata ora a $24.

Principal, leader dei programmi pensionistici 401(k) per piccole o medie aziende, prevede per i prossimi anni un aumento dell’11%-12% degli utili, ma Schafer pensa che una volta che la societa’ iniziera’ a utilizzare gli $1-$1,5 miliardi di capitale eccedente per il riacquisto azionario, la crescita dei profitti si presentera’ piu’ sull’ordine del 13%-14%, con $2,20 ad azione nel 2002 e $2,50 nel 2003.

Il titolo, considerato a basso rischio, potrebbe toccare quota $35-$40 entro un anno.