Barclays lancia allarme recessione Usa. Fed verso nuovo taglio tassi a fine mese

4 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Mentre l’economia statunitense continua a lanciare segnali chiari di rallentamento economico,  i trader  vedono come sempre più concreta la possibilità che la Fed  tagli i tassi di interesse per la terza volta quest’anno quando si riunirà a fine mese. Le chance sono salite dal da 77% a 93% mentre le chance di un altro taglio a dicembre si attesta al 50%

Le probabilità di un nuovo intervento della banca centrale Usa sono aumentate dopo che ieri la pubblicazione del Pmi servizi ha evidenziato come l’attività nel settore sia scesa ai minimi da tre anni. Un segnale negativo che va ad aggiungersi al deterioramento già mostrato dal comparto manifatturiero.

Non stupisce che, in questo contesto, gli analisti  vedano come sempre l’ipotesi che l’economia Usa finisca in recessione.

“Sulla base dei dati che abbiamo in mano e osservando come si sta evolvendo la situazione, fissiamo al 25-30% le chance che l’economia Usa finisca in recessione nel prossimo anno” ha detto Michael Gapen, strategist di Barclays alla CNBC.

Oggi intanto arriverà un nuovo tassello per rendere più precisa la diagnosi del malato americano. Nel pomeriggio saranno pubblicati i dati relativi ai nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti, relativi a settembre. Bluford Putnam, capo economista presso CME Group, in un’intervista rilasciata alla Cnbc ha detto che “è probabile che la crescita di nuovi posti lavoro sarà appena di 100mila unità” contro i 130 mila di agosto.