Bankitalia, nasce task force per vigilare su istituti in crisi

23 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – E’ appena nata ma sembra già essere sommersa di lavoro. Secondo quanto riporta Libero, “la nuova task force della vigilanza di Banca d’Italia diretta da Stefano De Polis e dal suo vice Pier Luigi Conti, avrebbe sul tavolo 19 fascicoli da studiare. Si tratta di 15 istituti di credito e quattro intermediari finanziari che da lunedì sono sotto la «giurisdizione» dell’Unità di risoluzione e gestione delle crisi”.

La nuova task force ricorda il quotidiano “è stata istituita sulla base della direttiva dell’Unione europea che ha introdotto il meccanismo del bail in, vale a dire il principio che, in caso di crac di un istituto, impone un contributo di azionisti, obbligazionisti e (in ultima istanza) dei correntisti con depositi superiori a 100.000 euro”.

“Le nuove regole – riciorda ancora il quotidiano – sostituiscono le vecchie norme che di fatto chiamavano in causa uno Stato per i salvataggi bancari (bail out). Il bail in girerà a pieno regime da gennaio 2 016, ma già da ora le banche commissariate passano sotto la «tutela» della supersquadra di Bankitalia”.