Banche, SVB Financial Group crolla in Borsa. Cosa sta succedendo

di Pierpaolo Molinengo
10 Marzo 2023 14:00

Nella giornata di ieri, sono crollate del 30% le azioni di SVB Financial Group, dopo che la società ha deciso di avviare la vendita di azioni per 1,75 miliardi di dollari.

Cosa sta succedendo

L’operazione è stata effettuata per cercare di sostenere le proprie finanze. Oltre a questa importante operazione, l’azienda, che in questo momento è in difficoltà, ha deciso di stipulare un accordo di sottoscrizione con l’investitore azionario General Atlantica, per l’acquisto di 500 milioni di dollari, da concludersi attraverso una transazione privata.

L’intenzione di SVB Financial Group è quella di concedere ai sottoscrittori dell’offerta di azioni ordinarie un’opzione per acquistare oltre 187,5 milioni di dollari di azioni ordinarie e ai sottoscrittori di azioni privilegiate un’opzione di over-allotment per l’acquisto di 71 milioni di dollari.

Stiamo parlando, in estrema sintesi, di qualcosa come 1,5 milioni di azioni di deposito.

SVB Financial Goup: come utilizzerà i proventi

SVB Financial Group ha spiegato che intende utilizzare i proventi netti di questa operazione per scopi aziendali generali.

All’interno del comunicato stampa, che è stato diramato mercoledì sera, la società ha spiegato di aver completato la vendita del suo portafoglio di titoli disponibili. La società, sintetizzando al massimo, ha provveduto ad immettere sul mercato qualcosa come 21 miliardi di dollari di titoli, andando a perdere, al netto delle imposte, circa 1,8 miliardi di dollari nel corso del primo trimestre 2023.

Gli analisti di Wedbush, a seguito della diffusione di questa notizia, hanno deciso di tagliare il target price della società a 200 dollari dai precedenti 250 dollari. Il rating, comunque, è stato confermato a neutral.

Gli analisti, in una nota, hanno spiegato agli investitori di ritenere interessante questa mossa in quanto “molte banche di pari livello hanno ridotto la sensibilità degli asset nell’attuale contesto, mentre SVB sta adottando l’approccio opposto. Sebbene consideriamo queste azioni, combinate con una guida più debole, come un chiaro elemento negativo, non crediamo che SVB si trovi in una crisi di liquidità, soprattutto a seguito dei significativi proventi ricevuti dalle vendite di AFS, dell’aumento di capitale e del basso rapporto prestiti/depositi a metà degli anni ‘40“.

Il titolo di SVB Financial Group crolla in borsa

Crollo di oltre il 60% in borsa per SVB Financial Group. Questa è in estrema sintesi la conseguenza dell’annuncio di un aumento di capitale da 2,25 miliardi di dollari effettuato dalla banca, dopo che ha rilevato una perdita di 1,8 miliardi di dollari e dopo che è stato fornito una guidance annuale e per il primo trimestre negativa a causa dell’impatto dell’aumento dei tassi di interesse.

A differenza della maggior parte delle banche, che sono favorite dall’aumento dei tassi, SVB ne è generalmente danneggiata, spiega Oppenheimer, poiché la sua base di depositi è generalmente costituita da clienti commerciali che sono sensibili ai tassi.