BANCHE: IL TESORO VENDE TUTTO

16 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Tesoro ha avviato le procedure per la scelta dell’advisor incaricato di seguire la cessione di
tutte le partecipazioni bancarie e assicurative ancora in portafoglio all’azionista pubblico.

E’ quanto ha annunciato lo stesso ministro del Tesoro rispondendo ad un’interrogazione urgente del deputato di An Manlio Contento.

In particolare dalla risposta del Tesoro si apprende che “è stata avviata una gara comunitaria per procedere all’individuazione del consulente finanziario e valutatore delle partecipazioni bancarie e assicurative”.

I dettagli sulla gara – precisa il Tesoro – saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale Europea e sulla Gazzetta Ufficiale Italiana entro
marzo.

Per il Cis (Credito industriale sardo) e Meliorbanca le procedure di vendita sono già state avviate: per l’istituto sardo restano solo da definire il ‘closing ed il settlement’
dell’operazione di cessione, già indicata in DPEF.

Il Tesoro ha in portafoglio il 16,60% del Banco di Napoli. Della BNL lo 0,75%, del Cis il 52,50%, del Coopercredito il 14,42%, dell’INA l’1,37%,
del Mediocredito dell’Umbria il 6,86%,
del Mediocredito di Roma 1,35%, del Mediocredito fondiario centroItalia il 3,39%, del Mediocredito Friuli il 34,00%, del Mediocredito Toscano il 6,51%, della Mediovenezie lo 0,22%
e infine dalla San Paolo Imi lo 0,30%.