Banche, come evitare corse agli sportelli

27 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Una corsa agli sportelli avviene quando molti depositanti si precipitano a prelevare i loro fondi per evitare di perderli se la banca diventa insolvente. La sola paura di una corsa può essere sufficiente per produrne una. Le corse agli sportelli possono essere molto dannose per l’attività economica. La loro prevenzione è di interesse per i responsabili delle politiche e per il pubblico in generale. Il paper “Preventing Bank runs” di Renee Haltom e Bruno Sultanum ricapitola gli strumenti esistenti e fa una nuova proposta per evitare le corse agli sportelli.

Secondo gli autori, la creazione della Federal Reserve come prestatore di ultima istanza nel 1913 era in parte una risposta alle frequenti corse al ritiro, così come la creazione di un fondo di assicurazione sui depositi nel 1933. Questa misura riduce l’incentivo dei depositanti a preoccuparsi della salute della banca, il che potrebbe però portare le banche a finanziare progetti più rischiosi di quanto altrimenti farebbero, con potenziali conseguenze negative per gli azionisti e la società. Questo è generalmente il motivo per cui le banche sono controllate e regolate.

Un’alternativa è il “narrow banking“, in cui le banche offrono depositi ma tengono solo attività liquide molto sicure, come i buoni del tesoro. In questo modo le banche sarebbero virtualmente sempre solvibili. Gli autori del paper analizzano poi il modello Diamond-Dybvig, dove un insieme di risparmiatori raggruppa i suoi fondi in un’entità, che può essere pensata come una banca che investe in un progetto a più lungo termine, e che si basa sulla previsione di una classe di agenti “impazienti” e una di “pazienti”.

Le clausole di sospensione sono una delle misure più comuni per migliorare la stabilità dei depositi a vista. Secondo gli autori, un qualche meccanismo indiretto che fornisca informazioni sul perché i depositanti stanno prelevando denaro, se per paura o se invece si stanno basando sui fondamentali, è necessario per evitare le corse al bancomat e per capire in che momento applicare le clausole di sospensione. Questa informazione, nell’epoca del regime del bail-in, potrebbe essere trasmessa da un nuovo tipo di strumento finanziario che premia il depositante per la consegna del messaggio quando si verifica una bank run.