“Banche centrali hanno creato una situazione esplosiva”

17 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – “Le banche centrali hanno creato una situazione, molto pericolosa. In pratica, stanno curando il malato, utilizzando una medicina, che rischia di peggiorare lo stato di salute del paziente”. Così si è espresso Art Cashin, storico trader di Ubs, che non nasconde le sue forti perplessità sulle politiche espansive messe in atto negli ultimi anni dalle banche centrali mondiali.

Leggi: “I padroni del mondo”

Sono molti gli economisti che continuano evidenziare che, in assenza di inflazione, e con una crescita che resta lenta, l’economia mondiale rischia di dirigersi verso uno scenario deflazionistico. E Cashin ne è d’accordo. “Continuando a spingere sulla stessa leva senza ottenere risultati, c’è il rischio molto alto che si possa finire in un punto dove, l’economia crescerà a tasso zero, e si avranno pressioni deflazionistiche”.

Cashin non esclude neanche lo scenario inverso. In pratica, con tutto il denaro che è stato stampato e iniettato nel mercato, potrebbe prima o poi far sì che l’inflazione inizi a correre senza freni. Insomma, delle due ipotesi nessuna appare confortante.